Presentiamo l’appuntamento mensile di Astronomia.com dedicato alle COMETE visibili nel nostro emisfero.

Parleremo ovviamente di tutte quelle comete che possono osservarsi visualmente (magari con l’ausilio di un binocolo) e sia ( soprattutto oserei dire) a livello di fotografia astronomica dato che la magnitudine che “accompagna” questi importantissimi oggetti è talvolta effimera e ostica.

Seguiremo nel corso del mese l’evolversi delle effemeridi con la loro posizione apparente nel cielo direttamente in questo thread così da averlo sempre aggiornato e a disposizione di tutti i lettori del portale.

nel mese di FEBBRAIO 2016 confermiamo e seguiamo le comete già proposte negli ultimi mesi di dicembre e di GENNAIO con la C/2013 US 10 CATALINA che continua ad essere la cometa più luminosa e osservabile nell’emisfero boreale, dopo esser transitata nel punto più vicino dalla Terra il 17 gennaio a “soli” 108.400.000 km continua la corsa nelle costellazione circumpolare della Giraffa, la sua magnitudine è sempre attestata in +6.2 costante per tutto il mese.

A seguire parleremo della “coppia” C/2014 S2 PANSTARRS con una posizione ed orari abbastanza comodi per l’osservazione e la C/2013 X1 PANSTARRS visibile solo nella prima parte della notte, entrambe con un’interessantissima magnitudine.

continueremo a seguiremo la new entry che promette spettacolo in primavera, la P/2010 V1 Ikeya-Murakami….

Andiamo a scoprirle insieme…..

C/2013 US 10 CATALINA

La cometa è stata scoperta dal Catalina Sky Survey di Tucson (Arizona) da R.A. Kowalsky con un telescopio da 68 cm il 31 ottobre 2013 quando alla magnitudine di +19 è stato confuso con un asteroide, solo in una seconda fase, allo studio dei parametri orbitali, fu’ evidente la natura cometaria dell’oggetto.

Entrata nella nube di Oort intorno al 1950, il suo è un moto orbitale a dir poco millenario, infatti la suaeccentricità è di valore 1 ed ha un’inclinazione di ben 148.86°, è fortemente iperbolica ed uscirà dal sistema solare soltanto nel 2050, è quindi destinata a perdersi nella memoria terrestre.

A febbraio 2016 sarà visibile tutta la notte dato che transita nella costellazione circumpolare della Giraffa, segnaliamo come il giorno 24 la cometa avrà un’incontro apparentemente ravvicinato con NGC 1501, una splendida nebulosa planetaria di magnitudine +13, la distanza sarà di soli 23’!!!

Ha un diametro di 20 chilometri e si muove alla velocità relativa di 18.5 km/s, ha raggiunto il perielio il 15 novembre 2015 a 0.82 UA dal Sole ed ha raggiunto la minima distanza dalla Terra il 17 gennaio 2016a circa 108.400.000 di km, in febbraio la magnitudine sarà sostanzialmente invariata e compresa tra i+6.2 e i +6.5.

Maik Meyer l’8 gennaio l’ha stimata in +6.2

TRAIETTORIA APPARENTE:

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cat2.gif 
Visualizzazioni: 12 
Dimensione: 51.1 KB 
ID: 15558

CURVA DI LUCE:

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: cat1.gif 
Visualizzazioni: 11 
Dimensione: 15.3 KB 
ID: 15559

C/2013 X1 PANSTARRS

Cometa scoperta dal telescopio hawaiano Pan-STARSS 1 sul monte Haleakala delle Hawaii, la c/2013 x1èscoperta il 4 dicembre 2013 quando essa aveva una magnitudine di +20.2 è una cometa interessante da seguire, nel mese di febbraio passa dalla costellazione del Pegaso a quella dei Pesci, quando toccherà una magnitudine stimata in +8. Il massimo avvicinamento alla Terra avverrà il 22 giugno 2016 ad unadistanza di 0.64 UA (98.800.000 km circa), il perielio dal Sole avverrà il 20 aprile 2016.

per fine aprile si stima possa arrivare ad una magnitudine massima di +6, ma sarà estremamente bassa nel cielo prima del sorgere del Sole, intanto, l’8 gennaio Maik Mayer l’ha stimata a +8!

TRAIETTORIA APPARENTE:

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: x1-1.gif 
Visualizzazioni: 11 
Dimensione: 52.8 KB 
ID: 15562

CURVA DI LUCE:

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: x1-2.gif 
Visualizzazioni: 11 
Dimensione: 14.6 KB 
ID: 15563

C/2014 S2 PANSTARRS

Scoperta il 22 settembre 2014 dallo stesso osservatorio hawaiano, è una cometa “comoda” da osservare in questo mese di febbraio dato che transita apparentemente all’interno di due costellazioni circumpolari come il Draco e l’Orsa Minore, l’8 gennaio Maik Maiyer osservandola l’ha stimata ad una magnitudine di +9

è transitata al perielio il 9 dicembre 2015 mentre il massimo avvicinamento alla Terra avverrà il 27 febbraio 2016 a 1.82 UA (oltre 273.600.000 di km!) con un periodo orbitale di 2.227 anni, l’eccentricitàdell’orbita è di 0.98 e l’inclinazione di 64.47°

Nel mese di febbraio segnaliamo per il giorno 26 il passaggio a soli 1,1° da Pherkad (Gamma Umi)

TRAIETTORIA APPARENTE:

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: s2-1.gif 
Visualizzazioni: 11 
Dimensione: 59.1 KB 
ID: 15560

CURVA DI LUCE:

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: s2-2.gif 
Visualizzazioni: 11 
Dimensione: 14.7 KB 
ID: 15561

P/2010 V1 IKEYA-MURAKAMI

Seguiamo ancora con attenzione una cometa che per marzo 2016 dovrebbe far parlare di se, la P2010/v1 ikeya-murakami che porta il nome dei due astrofili visualisti giapponesi che la scoprirono il 3 novembre 2010, è una cometa della famiglia di Enke con un periodo di 5.12 anni, a gennaio è valutata ad una magnitudine di +19.2 con un’incremento di 0.8 magnitudine rispetto a dicembre, ma per marzo dovrebbe avere un outburst che dovrebbe portarla a +8, transiterà in marzo apparentemente nella costellazione delLeone

immagini ed info tratti da aerith.net:
Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]).