Ripartiamo dalle proposte dello scorso mese di GIUGNO perché questo mese le novità in vista non sono nulla di particolarmente eccezionale ma ci lasceranno comete che ci hanno invece accompagnato per tutta la primavera e in questo inizio estate.

Abbandoniamo la C/2016 M1 PanSTARRS che oramai non è più visibile nel cielo italiano, mentre, imperterrita, laC/2016 R2 PanSTARRS sarà ancora visibile nella prima parte della sera/notte; perdiamo anche la C/2016 N6 PanSTARRS, mentre diamo il benvenuto in questa rubrica alla66P/ DU TOITe alla21P GIACOBINI/ZINNERquest’ultima visibile per tutta la notte.

Come detto, ripartiamo con la C/2016 M1 PanSTARR che ha avuto un incremento deciso della magnitudine lo scorso mese che l’ha portata addirittura a +10. In questo mese scende a +11.5, stabile per tutta l’estate.

La 21p Giacomini/Zinner sarà invece la cometa più facilmente osservabile, visibile tutta la notte nelle costellazioni circumpolari. La cometa promette magnitudini straordinarie (per i nostri standard!!) tanto da arrivare ad una stimata +7 tra agosto e settembre.

Chiudiamo con la 66P/ Du Toit visibile nella seconda parte della notte, non facile anch’essa, ma brilla già di una promettente magnitudine +10.8

Andiamo a scoprirle insieme…

 

C/2016 R2 PANSTARRS

La cometa è stata scoperta nell’agosto del 2016 dal telescopio PanSTARRS sulla cima del vulcano Haleakala a Maui. La missione principale di PanSTARRS è quella di rilevare gli asteroidi vicini alla Terra che potrebbero essere potenzialmente dannosi.

La cometa ha una eccentricità piuttosto critica, il suo valore si avvicina a 0.996 il che rende il suo periodo orbitale piuttosto lungo. Dai dati attualmente in possesso sembra che l’oggetto transiti ogni 20.800 anni circa, ha raggiunto il perielio il 9 maggio 2018 a 2.60 U.A. (circa 280.000.000 di km!).

Il 12 giugno J.J.Gonzalez l’ha osservata ad una magnitudine di +11.5, in calo di ben 0.4 magnitudini dallo scorso mese, ma coerente con le previsioni degli astronomi che la stimano in questi mesi di magnitudine +11.

Nel mese di luglio transiterà apparentemente nella costellazioni della Lince e dell’Orsa Maggiore.

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

21P GIACOBINI/ZINNER

Scoperta per la prima volta da Michel Giacobini dell’osservatorio di Nizza il 20 dicembre del 1900, la cometa è stata rintracciata e ri-scoperta da Ernst Zinner il 23 ottobre 1913 nell’osservatorio di Bamberga. La cometa fa parte della “famiglie di Giove” quelle comete cioè che ad ogni passaggio nei pressi del gigante gassoso vedono modificata la loro traiettoria a causa dell’attrazione gravitazionale del pianeta.

Ha un periodo orbitale di 6.624 anni e con un perielio a 1.038 UA, con una dimensione di 2 km di diametro.

Il 13 giugno Chris Wyatt l’ha osservata a +12.5, ma gli astronomi prevedono che abbia, tra il mese di agosto e di settembre, un incremento della magnitudine tale da portarla a +7.

Nel mese di giugno la cometa transiterà nella costellazione del Cepheo, sempre prospetticamente, abbastanza vicino ad oggetti noti e luminosi del catalogo NGC.

TRAIETTORIA APPARENTE

CURVA DI LUCE

 

66P/ DU TOIT

La 66P/du Toit è una cometa periodica che è stata scoperta il 16 maggio 1944 dall’astronomo sudafricano Daniel du Toit; è stata osservata nuovamente solo nel 1974 e nel 2003, ha un periodo orbitale di 14.71 anni con un perielio a 1.27 UA e un afelio a 10.73 e ha un MOID dalla Terra in media a 0.43

Il 13 giugno Chris Wyatt l’ha osservata a +10.8, nel mese di luglio transiterà apparentemente nella costellazione della Balena e sarà visibile solo poco prima dell’alba.

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE 

Immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]) e da theskylive.com[/U]