Ripartiamo dalle proposte dello scorso mese di APRILE perché non ci sono eclatanti novità in vista per questo mese, se non per la C/2016 N6 PanSTARRS, così come le varie comete visibili non avranno magnitudini importanti e, mostreranno solo lievi variazioni.

Come detto, ripartiamo delle stesse comete e confermiamo la oramai “vecchia” conoscenza che ci accompagna da molti mesi, la C/2016 R2 PanSTARRS visibile nella prima parte della sera/notte che sta regalando grandi emozioni soprattutto in astrofotografia grazie alla sua “spumeggiante” coda. Sarà anche la cometa con la migliore magnitudine visuale.

Segue la C/2016 M1 PanSTARR, visibile nella seconda parte della nottata mentre la già citata C/2016 N6 PanSTARRS sarà visibile per tutta la notte.

Ricordiamo che anche questo mese tutte le comete proposte saranno telescopiche!

Andiamo a scoprirle insieme…

 

C/2016 R2 PANSTARRS

La cometa è stata scoperta il agosto del 2016 dal telescopio PanSTARRS sulla cima del vulcano Haleakala a Maui. La missione principale di PanSTARRS è quella di rilevare gli asteroidi vicini alla Terra che potrebbero essere potenzialmente dannosi.

La cometa ha una eccentricità piuttosto critica, il suo valore si avvicina a 0.996 il che rende il suo periodo orbitale piuttosto lungo. Dai dati attualmente in possesso sembra che l’oggetto transiti ogni 20.800 anni circa e quest’anno raggiungerà il perielio il 9 maggio 2018 a 2.60 U.A. (circa 280.000.000 di km!).

Il 5 aprile J.J.Gonzalez l’ha osservata ad una magnitudine di +10.5, in aumento di ben 1 magnitudine dallo scorso mese ma coerente con le previsioni degli astronomi che la stimano in questi mesi di magnitudine +11.

Nel mese di maggio transiterà apparentemente tra la costellazioni del Perseo e dell’Auriga, il 4 maggio maggio la cometa transiterà apparentemente a soli 2.5° da Capella, la stella alfa della costellazione dell’Auriga.

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE


 

C/2016 M1 PanSTARR

Cometa scoperta il 22 giugno 2016 dal telescopio del progetto PanSTARR 1 sul monte Haleakala nelle Hawaii. Cometa a dir poco atipica, la sua eccentricità è di 0.998 con una inclinazione dell’orbita di 90.99°, il che rende la cometa a tutti gli effetti al suo unico passaggio (almeno per noi viventi) dato che il suo periodo orbitale è addirittura di 85.810 giorni.

Il 10 agosto 2018 transiterà al perielio mentre il 25 giugno ci sarà la minore distanza dalla Terra a 192.800.000 km circa.

L’11 aprile Chris Wyatt l’ha osservata a magnitudine +11.3, in rialzo di 0.3 magnitudini dall’ultima osservazione, ma è previsto un aumento della luminosità di ben 2 magnitudini entro l’estate 2018 attestandosi a circa +9.

Nel mese di maggio sarà visibile nella seconda parte della notte e transiterà apparentemente nella costellazione dell’Aquila.

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

C/2016 N6 PanSTARRS

Scoperta nel giugno 2016 dal “solito” programma PanSTARRS, la cometa ha un periodo di oltre 74.000 anni e raggiungerà il perielio il 18 luglio 2018 a 2.66 Unità Astronomiche. Il punto di maggiore vicinanza alla Terra sarà invece il 24 dicembre 2018 a 2.36 U.A. (oltre 350 milioni di chilometri!).

Il 5 aprile J.J. Gonzalez l’ha osservata stimandola di magnitudine +12, magnitudine che dovrebbe rimanere costante fino alla primavera 2019.

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

Immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]) e da theskylive.com