Nel mese di FEBBRAIO 2017 seguiremo ancora le comete proposte lo scorso mese.

Lasciate le deludenti comete autunnali come la 237P LINEAR e la 144/KUSHIDA, ci concentreremo su due tra le più promettenti comete di questo nuovo anno: la 45P/ HONDA-MRKOS-PAJDUSAKOVA , la new entry C/2015 ER61 PANSTARRS che promette di essere visibile ad occhio nudo in primavera e seguiremo ancora la C/2015 V2 JOHNSON stabile già da qualche mese e con la migliore finestra di osservabilità.

Come abbiamo già accennato, a differenza delle comete proposte nel mese di gennaio abbiamo una new entry.

Inizieremo la serata osservativa con la C/2015 V2 JOHNSON visibile nella seconda parte della notte alta nella costellazione di Ercole e che seguiremo probabilmente fino alla prossima estate con una magnitudine stabile e continueremo, sempre nella seconda parte della nottata, con la 45P/ HONDA-MRKOS-PAJDUSAKOVA in Bootes. Da notare che il giorno 16 si troverà a transitare a soli 3,3° dal grande ammasso globulare M3 (!!) Chiuderemo con la new entry, la C/2015 ER61 PANSTARRS visibile prima dell’alba e il giorno 22 si troverà a transitare a soli 2,5° da Saturno!!

Ricordiamo che anche queste mese tutte le comete proposte saranno telescopiche!

Andiamo a scoprirle insieme…

 

C/2015 V2 JOHNSON

Scoperta il 3 novembre 2015 da J.A. JOHNSON dal programma CATALINA usando un telescopio Schmidt da 68 cm la cometa era della magnitudine +17 e si trovava nella costellazione della Lince.

Si ripongono molte aspettative su questa cometa dato che si conta che raggiungerà la magnitudine +7 (al limite dall’osservabilità ad occhio nudo) durante l’estate 2017, a giugno per la precisione, quando sarà molto vicina alla stella 109 Virginis.

Raggiunge il perielio a 1,63 UA e lo raggiungerà il 12 giugno 2017, la minima distanza dalla Terra avverrà il 5 giugno 2017 a oltre 121,000,000 di km

Il 20 gennaioThomas Lehmann l’ha stimata a +10,9, in deciso miglioramento dal mese scorso; come detto, infatti, sarà un valore in continua crescita nei mesi a venire.

Nel mese di febbraio possiamo rintracciare la cometa nella costellazione di Ercole e sarà visibile nella seconda parte della notte.

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

45P/ HONDA-MRKOS-PAJDUSAKOVA

La 45P è una cometa della famiglia di Giove, cioè con un periodo sotto i 20 anni, ed è considerata una cometa “nana” dato che il suo nucleo è di “appena” 0,9 km.
È stata scoperta il 3 dicembre del 1948 (anche se alcuni calcoli della sua orbita portano a pensare che sia stata già classificata nel 1933!) da Minuru Honda durante una ricerca di routine per le comete scoprendola quando aveva una magnitudine di +9.

Il suo periodo orbitale è di 5,25 anni e raggiunge il perielio a 0,53 UA. Nel 2011 ha raggiunto la minima distanza dalla Terra passando a “soli” 9,500,000 km e lasciando uno sciame meteorico delle Capricornidi. Lo stesso anno, ad un passaggio ravvicinato anche con il pianeta Venere, è stato registrato uno sciame meteorico anche sul nostro pianeta “gemello” Venere.

Il 6 gennaio Maik Meyer l’ha osservata stimandola a +6,3, molto brillante.

A febbraio transiterà apparentemente nella costellazione dell’Aquila.

 

TRAIETTORIA APPARENTE

CURVA DI LUCE

 

C/2015 ER61 PANSTARRS

Cometa atipica questa PANSTARRS! Classificata cometa solo il 30 gennaio 2016 quando si trovava a “soli” 5,7 UA dal Sole, era prima considerata un planetoide della famiglia del Centauro.

Un passaggio piuttosto ravvicinato con il pianeta Giove ha variato la sua orbita in maniera sostanziale direzionandola verso il Sole con una eccentricità del 99,99%. È probabile che perderemo le tracce nel tempo di questa cometa dato che l’afelio è calcolato a circa 1200 UA.

È stata scoperta il 15 marzo 2015 dal progetto PANSTARRS quando era di magnitudine +21,5 il 4 aprile 2017 e raggiungerà il perielio con la Terra a circa 1,42 UA.

Il 18 gennaio Thomas Lehmann l’ha osservata ad una magnitudine di +12, ma ci si aspetta di arrivare a +7 in primavera.

Nel mese di febbraio transita nelle costellazioni dello Scorpione e del Sagittario

 

TRAIETTORIA APPARENTE

CURVA DI LUCE

 

Immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]).