Nel mese di GENNAIO 2017 lasceremo le deludenti 237P LINEAR e la 144/KUSHIDA e seguiremo 2 tra le più promettenti comete di questo nuovo anno: la 45P/ HONDA-MRKOS-PAJDUSAKOVA , la C/2016 U1 NEOWISE e, in attesa della C/2015 ER61 PANSTARRS che promette di essere visibile ad occhio nudo in primavera, seguiamo ancora la C/2015 V2 JOHNSON.

Abbiamo quindi ben due new entry!

Inizieremo la serata osservativa con la 45P/ HONDA-MRKOS-PAJDUSAKOVA che sarà visibile appena al crepuscolo serale, bassa all’orizzonte e nella prima metà di gennaio e proseguiremo con la C/2015 V2 JOHNSON visibile nella seconda parte della notte e che seguiremo probabilmente fino alla prossima estate.

Chiuderemo con l’altra new entry, la C/2016 U1 NEOWISE che, al contrario delle altre, sarà visibile prima dell’alba e anch’essa solo nella prima quindicina di gennaio.

Ricordiamo che anche questo mese tutte le comete proposte saranno telescopiche!

Andiamo a scoprirle insieme…

 

45P/ HONDA-MRKOS-PAJDUSAKOVA

la 45P è una cometa della famiglia di Giove cioè con un periodo sotto i 20 anni ed è considerata una cometa “nana” dato che il suo nucleo è di “appena” 0,9 km.
È stata scoperta il 3 dicembre del 1948 (anche se alcuni calcoli della sua orbita portano a pensare che sia stata già classificata nel 1933!) da Minuru Honda durante una ricerca di routine per le comete allorché aveva una magnitudine di +9.

Il suo periodo orbitale è di 5,25 anni e raggiunge il perielio a 0,53 UA. Nel 2011 ha raggiunto la minima distanza dalla Terra passando a “soli” 9,500,000 km, lasciando uno sciame meteorico delle Capricornidi.

Lo stesso anno, ad un passaggio ravvicinato anche con il pianeta Venere è stato registrato uno sciame meteorico anche sul nostro pianeta “gemello” (Venere appunto).

Il 6 dicembre Katsumi Yoshimoto l’ha osservata stimandola a +10,9.

A gennaio transiterà apparentemente tra la costellazione del Capricorno e i confini con l’Aquario.

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

C/2016 U1 NEOWISE

Oggetto peculiare questa U1 Neowise, scoperta il 21 ottobre dal progetto Near-Earth-Wild-Field-Infrared-Survay-Explorer-Object e denominata appunto C/2016 U1 NEOWISE.
Incredibilmente la cometa è stata scoperta quando era già relativamente vicina alla Terra e il Sole, a “soli” 1,6 UA dalla Terra

Il 6 dicembre Katsumi Yoshimoto l’ha osservata stimandola a +11.2
A gennaio transiterà apparentemente tra le costellazioni dello Scudo e del Sagittario.

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

C/2015 V2 JOHNSON

Scoperta il 3 novembre 2015 da J.A. JOHNSON nell’ambito del programma CATALINA usando un telescopio Schmidt da 68 cm, la cometa era della magnitudine +17 e si trovava nella costellazione della Lince.

Si ripongono molte aspettative su questa cometa dato che si conta che raggiungerà la magnitudine +7 (al limite dall’osservabilità ad occhio nudo) durante l’estate 2017 giugno, per la precisione quando sarà molto vicina alla stella 109 Virginis.

Raggiungerà il perielio a 1,63 UA il 12 giugno 2017, la minima distanza dalla Terra avverrà il 5 giugno 2017 a oltre 121,000,000 di km

Il 4 novembre Kunihiro Shima l’ha stimata a +12,4 in deciso miglioramento dal mese scorso, infatti, come detto, sarà un valore in continua crescita nei mesi a venire.

Nel mese di novembre possiamo rintracciare la cometa nella costellazione del Bootes e sarà visibile nella seconda parte della notte.

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

Immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]).