Iniziamo il nuovo anno di questo appuntamento dedicato alle comete dando però una “strizzata d’occhio” a quelle appena lasciate nel 2017, ripartendo quindi da quelle proposte lo scorso mese di DICEMBRE per poi passare al 2018 che ci porta subito una interessante novità.

La C/2017 O1 ASASSN si conferma la cometa più interessante per luminosità e posizione, la troveremo infatti in piena zona Polo Nord Celeste (PNC) a pochi gradi apparenti di distanza dalla stella Polare; sarà quindi visibile tutta la notte con una buona magnitudine. Segue la 62P/TSUCHINSHAN 1 visibile durante la seconda parte della notte nella costellazione della Vergine che anticiperà il sorgere dei pianeti Marte e Giove. Chiudiamo quindi la “carrellata” delle comete proposte con la novità di questo mese, la C/2016 R2 PANSTARRS in veloce transito nella costellzione del Toro.

Come leggerete sono tutte comete con una luminosità abbastanza “difficile”, per questo ricordiamo che anche questo mese tutte le comete proposte saranno telescopiche!

Andiamo a scoprirle insieme…

 

C/2017 O1 ASASSN

Scoperta il 19 luglio dal progetto di ricerca di supernove All Sky Automated Survey for Supernovae (ASAS-SN) da Jose Prieto quando la cometa si trovava ad una magnitudine di circa +11, in rapido avvicinamento all’interno del Sistema Solare, ha guadagnato circa 2 magnitudini in poco più di un mese, un vero record.

Ha raggiunto il perielio il 14 ottobre 2017 a 1.49 UA e il prossimo passaggio sarà solo il 24 marzo 11222, la cometa infatti ha un periodo di 9204 anni!!

Il 5 Dicembre J.J.Gonzalez l’ha osservata a +10 in calo di 0.4 magnitudini rispetto a un mese fa ed è previsto un calo lineare e poderoso per i prossimi mesi. Sono state quindi disattese le stime di luminosità dove si pensava avesse potuto raggiungere una magnitudine di +7.5 mentre in realtà non è mai andata oltre i +8.3.

Nel mese di gennaio transiterà nella costellazione dell’Orsa Minore a circa 3.5° dalla stella Polare!

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE


62P / TSUCHINSHAN 1

Scoperta il 1° gennaio 1965 dall’Osservatorio della Montagna Viola a Nanchino in Cina, è una cometa periodica con un periodo di 6.63 anni; ha raggiunto il perielio il 16 novembre 2017 a 1.48 UA.

Il 15 dicembre Marco Goiato l’ha osservata a +10.4 in leggero miglioramento dal mese precedente, anche se sembra essere più “fioca” delle iniziali previsioni dei planetologi.

Nel mese di gennaio transiterà apparentemente nella costellazione della Vergine a poca distanza dalla 24P/ Schaumasse, non citata nella rubrica di questo mese.

TRAIETTORIA APPARENTE


 

CURVA DI LUCE

 

C/2016 R2 PANSTARRS

La cometa è stata scoperta ad agosto del 2016 dal telescopio PanSTARRS sulla cima del vulcano Haleakala a Maui, la cui missione principale è quella di rilevare gli asteroidi vicini alla Terra che potrebbero essere potenzialmente dannosi.
La cometa ha una eccentricità piuttosto critica. Il suo valore si avvicina a 0.996 che rende il suo periodo orbitale piuttosto lungo: dai dati attualmente in possesso sembra che l’oggetto transiti ogni 20.800 anni circa e quest’anno raggiungerà il perielio il 9 maggio 2018 a 2.60 U.A. (circa 280.000.000 di km!).

Il 14 dicembre Chris Wyatt l’ha osservata ad una magnitudine di +10.8.

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

Immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]).
e da theskylive.com