Nel mese di MAGGIO 2017 avremo una piacevole sorpresa per quanto riguarda le comete osservabili.

Infatti, oltre a seguire ancora le comete proposte nel mese di APRILE portiamo all’attenzione la new entry C/2017 E4 LOVEJOY che ha avuto un improvviso out burst che l’ha portata ad essere una delle comete più luminose del cielo. Occhi quindi sulla LOVEJOY ma occhi ancora sulla regina anche di questo mese, la 41P/TUTTLE-GIACOBINI-KRESAK che brilla di una magnitudine +6.

Proseguiremo quindi con la C/2015 ER61 PANSTARRS che ha “guadagnato” improvvisamente 2 magnitudini attestandosi a +6.2

La cometa più importante di questo mese e che merita maggiore attenzione rimane quindi la 41P/TUTTLE-GIACOBINI-KRESAK, visibile tutta la notte con una una magnitudine di +6 . È in avvicinamento al Sole, ma purtroppo le curve di luce non lasciano sperare in un out burst che avrebbe portato ad un incremento di luminosità. La cometa infatti ha raggiunto il picco di luminosità e potrà solo diminuire la sua magnitudine.

La C/2015 ER61 PANSTARRS sarà la cometa forse più interessante del mese, con una magnitudine di circa +6.2 e visibile poco prima dell’alba, ma a metà mese si troverà a meno di 10° dal brillante pianeta Venere.

Non rimane che parlare poi della new entry, la C/2017 E4 LOVEJOY,visibile poco prima dell’alba e solo per la prima decina del mese con una magnitudine di +6.7, al limite della visibilità a occhio nudo.

Ricordiamo che anche queste mese tutte le comete proposte saranno telescopiche!

Andiamo a scoprirle insieme…

 

41P/TUTTLE-GIACOBINI-KRESAK

Scoperta il 31 maggio 1858 da H.P.Tuttle e ri-scoperta indipendentemente da M.Giacobini e L.Kresak nel 1907, è una cometa periodica della famiglia di Giove.

Parte della sua fama la ebbe nel transito del 1973 quando da una magnitudine di +21 passò rapidamente ad essere osservata visualmente a una magnitudine di +4, un incremento di ben 17 magnitudini, ben oltre un incremento di 16,000 volte la sua luminosità. Altri passaggi in seguito non ebbero questo strano e assurdo fenomeno registrato in quell’anno.

Il 7 aprile J.J.GONZALEZ l’ha stimata a +6 e nel mese di maggio sarà visibile tutta la notte transitando in zona zenitale nella costellazioni di Ercole.

TRAIETTORIA APPARENTE

CURVA DI LUCE

 

C/2015 ER61 PANSTARRS

Cometa atipica questa PANSTARRS, classificata cometa solo il 30 gennaio 2016 quando si trovava a “soli” 5,7 UA dal Sole, era prima considerato un planetoide della famiglia del Centauro.

Un passaggio piuttosto ravvicinato con il pianeta Giove ha variato la sua orbita in maniera sostanziale direzionandola verso il Sole con una eccentricità del 99,99%, ed è probabile che ne perderemo le tracce nel tempo dato che l’afelio è calcolato a circa 1200 UA.

Scoperta il 15 marzo 2015 dal progetto PANSTARRS quando era di magnitudine +21,5, il 4 aprile 2017 raggiungerà il perielio con la Terra a circa 1,42 UA

Il 7 aprile J.J.GONZALEZ l’ha osservata ad una magnitudine di +6.2, valore migliore di quello a cui ci si aspettasse di arrivare (+7).

Nel mese di maggio transiterà nelle costellazione dei Pesci e quindi sarà visibile poco prima dell’alba bassa sull’orizzonte.

TRAIETTORIA APPARENTE


CURVA DI LUCE

 

C/2017 E4 LOVEJOY

Scoperta il 9 marzo 2017 da Terry Lovejoy (è già alla sua 5° cometa scoperta) dai cieli dell’Australia, la cometa transitava nella costellazione del Sagittario ad una magnitudine di +15, vista attraverso il transito nelle immagini riprese da CCD al fuoco di un C14″.

Dalle prime stime sembra che l’oggetto abbia un periodo lunghissimo, oltre i 590.000 anni (dato tutto da confermare!) con una eccentricità dell’orbita praticamente di valore 1, l’inclinazione dell’orbita di 88.16° e transita al perielio il 23 aprile 2017 a “soli” 0.49 UA dalla Terra. Il punto minimo di distanza è avvenuto il 31 marzo a 90.700.000km.

Il 5 aprile Alan Hale osservandola l’ha stimata a una magnitudine di +6.7.

Nel mese di maggio transiterà nelle costellazioni di Toro e Ariete

TRAIETTORIA APPARENTE


CURVA DI LUCE


Immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]).