Nel mese di MARZO 2017 porteremo un piccolo scompiglio nelle comete proposte, non tanto perché ci saranno “nomi nuovi” nella nostra rubrica, ma perché la prossima primavera/estate 2017 si prospetta una stagione molto interessante nel cielo boreale per quanto riguarda le comete visibili.

Addirittura, almeno una promette di essere visibile a occhio nudo sotto cieli bui, per questo motivo da ora seguiremo queste tre proposte e terremo d’occhio la loro evoluzione sperando che le premesse siano rispettate.

Seguiremo quindi ancora la C/2015 ER61 PANSTARRS e la C/2015 V2 JOHNSON e portiamo all’attenzione la new entry 41P/TUTTLE-GIACOBINI-KRESAK.

Abbandonata la 45P/ HONDA-MRKOS-PAJDUSAKOVA, che nel mese di febbraio ha regalato sprazzi di visibilità fotografica e che nel mese di marzo avrà un tracollo di luminosità (>+10), inizieremo la nostra serata “cometaria” con la C/2015 V2 JOHNSON, visibile dall’entrata della notte astronomica e per tutta la notte ai confini della costellazione di Ercole e seguiremo la new entry 41P/TUTTLE-GIACOBINI-KRESAK che passerà rapidamente tra le costellazioni della Lince e del Leone Minore e farà una veloce incursione all’interno dell’Orsa Maggiore, quindi in zona zenitale e anch’essa visibile tutta la notte; termineremo con una nostra vecchia conoscenza, la C/2015 ER61 PANSTARRS visibile poco prima dell’alba in congiunzione prospettica col pianeta Saturno.

Ricordiamo che anche queste mese tutte le comete proposte saranno telescopiche!

Andiamo a scoprirle insieme…

 

C/2015 V2 JOHNSON

Scoperta il 3 novembre 2015 da J.A. JOHNSON dal programma CATALINA usando un telescopio Schmidt da 68cm la cometa era allora della magnitudine +17 e si trovava nella costellazione della Lince.

Si ripongono molte aspettative su questa cometa dato che si conta che raggiunga la magnitudine +7 (al limite dall’osservabilità a occhio nudo) durante l’estate 2017, giugno per la precisione, quando sarà molto vicina alla stella 109 Virginis.

Raggiunge il perielio a 1,63 UA e lo raggiungerà il 12 giugno 2017, la minima distanza dalla Terra avverrà il 5 giugno 2017 a oltre 121,000,000 di km

Il 16 febbraio J.J.Gonzalez l’ha stimata a +10,4 in miglioramento dal mese scorso di 0,5 di magnitudine. Infatti, come detto, sarà un valore in continua crescita nei mesi a venire; nel mese di marzo, in particolare, possiamo rintracciare la cometa nella costellazione di Ercole e sarà visibile praticamente tutta la notte.


TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

41P/TUTTLE-GIACOBINI-KRESAK
Scoperta il 31 maggio 1858 da H.P.Tuttle e ri-scoperta indipendentemente da M.Giacobini e L.Kresak nel 1907 è una cometa periodica della famiglia di Giove.

Parte della sua fama la ebbe nel transito del 1973 quando da una magnitudine di +21 passò rapidamente ad essere osservata visualmente a una magnitudine di +4, un incremento di 17 magnitudini, ben oltre un incremento di 16,000 volte la sua luminosità. Altri passaggi in seguito non ebbero questo strano e assurdo fenomeno registrato quell’anno.

Il 18 febbraio Maik Meyer l’ha stimata a +11,4 e si prevede di arrivare ad una magnitudine 5 ad aprile.
Nel mese di marzo sarà visibile tutta la notte transitando in zona zenitale tra le costellazioni della Lince e dell’Orsa Maggiore.

TRAIETTORIA APPARENTE

CURVA DI LUCE


C/2015 ER61 PANSTARRS

Cometa atipica questa PANSTARRS, classificata cometa solo il 30 gennaio 2016 quando si trovava a “soli” 5,7 UA dal Sole era prima considerata un planetoide della famiglia del Centauro.

Un passaggio piuttosto ravvicinato con il pianeta Giove ha variato la sua orbita in maniera sostanziale direzionandola verso il Sole con una eccentricità del 99,99%; è probabile che perderemo le tracce nel tempo di questa cometa dato che l’afelio è calcolato a circa 1200 UA.

Scoperta il 15 marzo 2015 dal progetto PANSTARRS quando era di magnitudine +21,5 il 4 aprile 2017, raggiungerà il perielio con la Terra a circa 1,42 UA

Il 17 febbraio Chris Wyatt l’ha osservata ad una magnitudine di +11, ma ci si aspetta di arrivare a +7 in primavera.

Nel mese di marzo transita nella costellazione del Sagittario e quindi sarà visibile poco prima dell’alba bassa sull’orizzonte.

TRAIETTORIA APPARENTE


CURVA DI LUCE

immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]).