REGOLAMENTO ATTUATIVO

accesso ed utilizzo dell’area osservativa del Gruppo Astrofili Galileo Galilei

PREMESSO

che a seguito di istanza presentata dalla Associazione Gruppo Astrofili Galileo Galilei in data 20 Febbraio 2015, l’Università Agraria di Monte Romano, ha provveduto ad “Autorizzare il gruppo astrofili Galileo Galilei di Tarquinia ad utilizzare il centro aziendale Lasco di Picio per attività di osservazione astronomica.” Tale gentile concessione è stata resa esecutiva con delibera N. 08, del 21 Febbraio 2015;

che a seguito di sopralluoghi e di comune accordo con l’ente locale, il Consiglio Direttivo dell’Associazione ha provveduto ad individuare la particella del centro aziendale che rispettasse i dettami di una buona zona osservativa, rinvenendola nell’appezzamento di terra riconoscibile nelle planimetrie come: Località Lasco di Picio, Foglio 14, Particella 19;

che a seguito di tale concessione diviene impellente la regolamentazione dell’uso e dell’accesso a tale terreno da parte dei soci del “Gruppo Astrofili Galileo Galilei”;

che la premessa è parte integrante del presente Regolamento attuativo.

Tutto ciò premesso, Si provvede a regolamentare le attività di cui alla premessa in tal senso.

REGOLAMENTO

Articolo – 1: Diritto all’accesso

Tutti i Soci effettivi hanno diritto ad accedere al terreno meglio specificato in premessa.

Tutti i Soci, previa richiesta da inoltrarsi al Consiglio Direttivo, hanno diritto ad una copia delle chiavi di accesso al terreno. Lo stesso organo collegiale dopo un prudente apprezzamento della richiesta inoltratagli, può rilasciare la copia della chiave.

Articolo – 2: Regolamentazione accesso

Al fine di regolarizzare gli accessi e monitorarne l’utilizzo, il Socio che intenda accedere all’area osservativa al di fuori delle serate organizzate tramite l’Associazione, deve darne comunicazione almeno 24/48 ore prima.

Tale comunicazione potrà essere inviata previo utilizzo del sistema informatico presente nel sito internet dell’Associazione: www.grag.org o, in alternativa, inoltrata direttamente al Consiglio Direttivo.

Articolo – 3: Limiti di accesso

Il diritto ad accedere al terreno è strettamente personale.

Il socio può, tuttavia, effettuare delle osservazioni o quant’altro permesso all’interno del terreno, portando con sé alcuni invitati. Lo stesso potrà utilizzare questa facoltà come mezzo divulgativo per far conoscere a terzi l’associazione e il suo funzionamento.

Tale facoltà è, tuttavia, preclusa a quelle serate in cui non sia organizzato alcun altro evento sociale aperto ai soli soci.

I soci juniores possono accedere al terreno osservativo solo in presenza dell’esercente la patria potestà, che si assume tutte le responsabilità derivanti dall’uso del terreno in questione.

L’accesso al terreno con autovetture o camper potrà avvenire sino all’ora del tramonto astronomico al fine di evitare disturbi per i soci già presenti.

Chiunque arrivi oltre tale ora avrà l’obbligo di lasciare la macchina nei pressi del primo cancello e stazionare la strumentazione nel massimo rispetto del buio e degli altri soci.

Articolo – 4: Decadenza

Il socio che contravviene alle regole specificate nel presente regolamento, si rende attore di una violazione suscettibile di valutazione ex Art.8 comma 2 dello Statuto dell’”Associazione Gruppo Astrofili Galileo Galilei”. Il socio decaduto non ha più diritto all’accesso all’area osservativa.

Il decaduto o un suo delegato, dovrà riconsegnare la chiave di accesso nelle mani del Presidente dell’Associazione entro un mese dalla delibera che sancisce la decadenza.

Articolo – 5: Esclusione di Responsabilità

L’associazione non è responsabile dei danni arrecati alle strutture e ai luoghi posti in essere dal socio che accede all’area osservativa.

Il socio, nell’accedere al sito osservativo, lo fa a sua esclusiva responsabilità e quindi manleva nel modo più ampio per se e per i suoi successori ed aventi causa a qualsiasi titolo, l’associazione nell’eventualità di qualsiasi danno a persone o cose , da ogni e qualsiasi obbligazione di corrispondere compensi di alcun genere a titolo di risarcimento danni, indennizzi, rimborsi , ecc.

Il socio si assume l’esclusiva responsabilità a titolo personale, per le conseguenze che dovessero derivare dai danni subite dalle persone da lui stesso invitate nell’area osservativa. Lo stesso, si assume ogni responsabilità discendente ad ogni titolo da tutti i danni a strutture o luoghi cagionati dai suoi invitati.

*** *** ***

Approvato con delibera dell’Assemblea dei Soci del 15 Marzo 2015 Il Presidente dell’associazione Antonio Eugenio Giarrusso

Testo del regolamento scaricabile in PDF


E inoltre l’estratto della delibera del Consiglio Direttivo del 16 ottobre 2016:

6- A fronte della crescita del gruppo e al maggiore utilizzo dell’area osservativa si richiede la modifica e l’ampliamento del regolamento di uso dell’area osservativa sociale per ottimizzarne l’uso da parte dei soci:

Si stabilisce che l’orario massimo di accesso all’area osservativa (zona cemento) è consentita al massimo entro l’entrata della notte astronomica (generalmente 1 ora dopo il tramonto), dopodiché l’accesso all’area sarà consentita solo pedonale per carico e scarico attrezzatura e la vettura sarà lascia in sosta nei pressi del cancello di entrata principale.

Si stabilisce che per gestire e controllare l’accesso al sito osservativo, ogni socio in possesso di chiave debba registrare la sua presenza tramite il format presente nel sito www.grag.org come già specificato nell’articolo 2 del Regolamento d’Uso.

Ogni socio non possessore di chiave o gli ospiti esterni devono prenotare l’accesso all’area tramite il format presente nel sito www.grag.org e attendere conferma, come già specificato nell’articolo 2 del Regolamento d’Uso.

Appena presente lo shelter o prefabbricato o container nell’area osservativa ogni socio dovrà registrare la presenza sul foglio firma cartaceo presente al suo interno.

Si decide di affiggere il regolamento di utilizzo dell’area osservativa previo cartello in lamiera nel cancello di entrata.

Acquisto e installazione rete oscurante su staccionata divisoria tra il cancello di entrata principale e l’accesso all’area osservativa (zona cemento) per oscurare i fari delle vetture che raggiungeranno il sito in ritardo.

Fornitura chiave di accesso all’area osservativa soggetta alla firma per accettazione del regolamento di uso dell’area, da sottoscrivere per i già possessori e per tutti i futuri possessori.