In questo appuntamento dei mesi di dicembre 2021 e di gennaio 2022 seguiremo ancora le comete proposte lo scorso mese essendo le più “luminose” del periodo come la 67P/CHURYMOV-GARASIMENKO e la C/2019 L3 ATLAS mentre porteremo una new entry la C/2017 K2 PANSTARRS che promette un’ottima visibilità nei prossimi mesi e continueremo a monitorare la C/2021 A1 LEONARD che tante soddisfazioni sta regalando in questi ultimi giorni di visibilità nel nostro emisfero, soddisfazioni che hanno confermato le stime di magnitudine degli scienziati.

 

Come abbiamo anticipato non tutte le comete proposte avranno la migliore magnitudine del periodo ma alcune di loro si renderanno interessanti da qua a qualche mese arrivando nel caso della C/2017 K2 PANSTARRS addirittura a raggiungere una magnitudine di +5 nella prossima primavera (quindi ad essere al limite del visibile ad occhio nudo); quindi la più luminosa per questo ultimo periodo del 2021 sarà ancora la C/2021 A1 LEONARD ma che, subito ad anno nuovo, lascerà la posizione di più “luminosa” alla più “famosa” 67t/CHURYMOV-GARASIMENKO visibile nella prima parte della notte mentre a seguire ci sarà la C2019/L3 ATLAS visibile per tutta la durata della notte e per chiudere la rubrica la più interessante nel medio periodo, la C/2017 K2 PANSTARRS visibile nella seconda parte della serata.

 

Andiamo a scoprirle insieme…

 

C/2021 A1 LEONARD

E’ la prima cometa scoperta nel 2021, cometa atipica, di orbita retrograda e traiettoria iperbolica raggiungerà il perielio il 3 gennaio 2022 e si ritiene possa raggiungere una magnitudine di +4 rendendosi visibile quindi anche ad occhio nudo, la stiamo seguendo nel suo percorso già da mesi ma da l nuovo anno si renderà invisibile per le nostri latitudine medie…

Il 5 dicembre Charles Morris l’ha stimata a +5.8 guadagnando ben 5.2 magnitudini solo nell’ultimo mese.

In questo mese transiterà tra le costellazioni dell’Ofiuco e del Serpentario

 

67P/CHURYMOV-GARASIMENKO

Cometa periodica scoperta l’11 settembre 1969 da K. Churimov e da Svetlana Garasimenko, ha un periodo orbitale di 6.45 anni, è transitata al perielio il 2 novembre 2021.
La cometa, della famiglia di Giove, subisce profonde variazioni ad ogni transito da quest’ultimo variando di molto il punto del perielio.
La cometa è divenuta famosa nel 2014 dalla missione Rosetta che ha rilasciato sul suolo cometario il lander Philae

Il 4 dicembre Marco Goiato osservandola l’ha stimata a +8.9 portando un ottimo miglioramento dal mese scorso con un incremento di 1.1 magnitudine; manterrà una luminosità compresa tra +8 e +9 e transiterà apparentemente tra le costellazioni dei Gemelli e del Cancro.

Il 26 dicembre avrà una congiunzione stretta con il pianeta Nettuno

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

C/2019 L3 ATLAS

Pochissime info sulla cometa da poco scoperta, la sua orbita secondo i primi calcoli ha un’eccentricità di poco superiore a 1, questo porta gli studiosi a pensare che possa essere un oggetto forse interstellare o comunque con un periodo orbitale lunghissimo, sarà l’unico transito visibile per “noi” di questa cometa in questa epoca,

Il 4 dicembre Marco Goiato l’ha stimata a +9.9 con un lievissimo miglioramento di luminosità rispetto al mese scorso, dovrebbe rimanere stabile tra la 9° e la 10° magnitudine nei prossimi mesi.

Nei mesi di dicembre e gennaio 2022 transiterà apparentemente tra la costellazione dei Gemelli quindi visibile per tutto l’arco della notte, il 31 gennaio avrà una congiunzione strettissima con l’ammasso aperto NGC 2266…

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

C/2017 K2 PANSTARRS

Cometa davvero “singolare” dove la sua scoperta è stata fatta ben 5 anni prima al suo passaggio al perielio, scoperta nel 2013 dal CFHT confermata solo nel 2017 dal sistema di monitoraggio PANSTARRS.
La cometa ha un’eccentricità dell’orbita di ben 1.00037° il che la rende una cometa non periodica, non transiterà mai più all’interno del Sistema Solare.
Raggiungerà il perielio il 21 dicembre 2022

L’11 novembre Osamu Miyazaki l’ha stimata a +11.1 ma si prevede che possa arrivare a +5 o +6 nella prossima primavera e che possa essere costante per diversi mesi con una eccellente visibilità nell’emisfero boreale.

Transita nei mesi di dicembre e gennaio tra le costellazioni di Ophiuco e Ercole

 

TRAIETTORIA APPARENTE

 

CURVA DI LUCE

 

immagini ed info tratti da aerith.net: Copyright (C) Seiichi Yoshida ([email protected]).
e da theskylive.com